Notizie


Divieto di transito per i giorni 4,5,6 e 7 Aprile lungo la ex S.R. n. 426, tratto interno al centro abitato, in via Mons. A. Sacco, e lungo la strada comunale di via Secchio


Ordinanza n. 4/2016
Rettifica dell’ordinanza n. 3/2016 del 18 marzo 2016

                                                           I L     F U N Z I O N A R I O

RICHIAMATA la propria ordinanza n. 3 del 18/03/2016, relativa all’istituzione temporanea di limitazioni alla circolazione stradale, del divieto d transito, per i giorni 24, 25 e 26 pp.vv., segnatamente dalle ore 09:00 alle ore 17:00, lungo la ex S.R. n. 426, tratto interno al centro abitato, in via Mons. A. Sacco, e lungo la strada comunale di via Secchio; con predisposizione del percorso alternativo per i veicoli in transito sulla ex S.R. n. 426, durante l’operatività del divieto imposto, dall’altezza della progressiva chilometrica 7+050 sino alla progressiva chilometrica 7+600 circa, quest’ultima ricadente nel territorio del limitrofo comune di San Pietro al Tanagro, che prevede il transito dei veicoli lungo le strade comunali di via San Rocco e di via Cannavali, lungo la S.P. n. 352 “Piana Cannavali – Malaspina” – in via Annunziata, di via Mattinelle e di via Secchio, quest’ultime due arterie ricadenti nel comune di San Pietro al Tanagro;

ATTESO che per problemi tecnici, indipendenti dalla volontà dell’Amministrazione Comunale, non è stato possibile eseguire i lavori di abbattimento dell’alberatura nella data stabilita, in ottemperanza all’ordinanza del Sindaco pro-tempore, n. 2 del 4 marzo 2016, avente ad oggetto “Ordinanza contingibile ed urgente per l’attivazione delle procedure necessarie al fine di eliminare i pericoli per la pubblica incolumità derivanti da alberi di proprietà di questo Ente, lungo la S.R. n. 426, tratto interno al centro abitato di via Mons. A. Sacco, e la strada comunale di via Secchio.”;

VISTO in particolare l’art. 107 del T.U. del D.Lg.vo n. 267/2000, e ritenuta la propria competenza in materia, in quanto la chiusura temporanea la traffico dell’arteria stradale principale del Comune, la S.R. n. 426, tratto interno al centro abitato di via Mons. A. Sacco, e della strada comunale di via Secchio, rientra tra quelli strettamente legati alla manutenzione ed alla utilizzazione del suolo pubblico o a situazioni di provvisoria regolarizzazione della circolazione motivate da esigenze temporanee;

O R D I N A

1) è istituito temporaneamente il divieto d transito, per i giorni 4, 5, 6 e 7 pp.vv., , segnatamente dalle ore 09:00 alle ore 17:00, lungo la ex S.R. n. 426, tratto interno al centro abitato, in via Mons. A. Sacco, e lungo la strada comunale di via Secchio;

2) è disposto un percorso alternativo per i veicoli in transito sulla ex S.R. n. 426, durante l’operatività del divieto imposto, dall’altezza della progressiva chilometrica 7+050 sino alla progressiva chilometrica 7+600 circa, quest’ultima ricadente nel territorio del limitrofo comune di San Pietro al Tanagro, che prevede il transito dei veicoli lungo le strade comunali di via San Rocco e di via Cannavali, lungo la S.P. n. 352 “Piana Cannavali – Malaspina” – in via Annunziata, di via Mattinelle e di via Secchio, quest’ultime due arterie ricadenti nel comune di San Pietro al Tanagro;

3) la ditta esecutrice dell’intervento di abbattimento dell’alberatura è incaricata di apporre idonea segnaletica stradale, conformemente alle direttive impartite dal Comando di Polizia Municipale, e di adottare ogni accorgimento atto a garantire la fluidità della circolazione e la sicurezza delle persone durante i lavori.

Il Comando dei VV.UU. e gli agenti della Forza Pubblica cureranno che venga apposta idonea segnaletica stradale e vigileranno sull'osservanza delle prescrizioni e dei divieti imposti dai segnali stessi.

Agli stessi agenti è concessa la facoltà di derogare dal presente provvedimento qualora ne ravvisino l'opportunità e la necessità.

Contro il presente provvedimento è possibile presentare eventuali istanze di autotutela come previsto ex legge, artt. 21-quinquies e 21-nonies della legga n. 241/90; inoltre è ammesso ricorso, ai sensi dell’art. 37 del codice della strada, comma 3°, e dell’art. 74 del regolamento d’esecuzione, all’Ispettorato generale per la circolazione e la sicurezza stradale del Ministero dei lavori pubblici, e all’ente competente all’apposizione della segnaletica, entro il termine di 60 gg. dalla data di emanazione.

                                                                                                                     Il Comandante del Servizio di Polizia Municipale   

                               - sottotenente Giovanni LANDOLFI -

 

Dalla Residenza Comunale, lì 31 marzo 2016         

Pubblicato il 30-03-2016, letto 1038 volte



Pubblicazioni Concorsi Bandi di Gara Bilanci Servizi di egovernment attivi Servizi di egovernment di futura attivazione Note Legali Elenco siti tematici Come fare per Posta Elettronica Certificata Trasparenza valutazione e merito