Avvisi


ORDINANZA SINDACALE N. 12 DEL 02/04/2015


COMUNE DI SANT’ARSENIO

PROVINCIA DI SALERNO

Piazza Domenico Pica, 1                                                                                                           SERVIZIO DI POLIZIA LOCALE  84037 Sant’Arsenio  SA                                                             e-mail: vigili.santarsenio@asmepec.it

tel. 0975 398033                                                        santarsenio.s@tiscali.it

fax 0975 398214                                                        www.comune.santarsenio.sa.it


Settore igiene e sanità pubblica

Ordinanza Sindacale N. 12 del 02.04.2015

 

Oggetto: ordinanza per la sicurezza urbana- sospetti bocconi e/o esche avvelenate.

 

IL SINDACO

 

CONSIDERATO che si è verificato un altro fenomeno di uccisione di animali, mediante l’utilizzo di esche o bocconi avvelenati;

ATTESO che agenti del Corpo Forestale dello Stato, stazione di Polla hanno rinvenuto bocconi nell’area prossima all’ambito urbano, e che essi sono stati sottoposti ad analisi da parte del  Servizio Veterinario dell’ASL Salerno, il cui esito non è ancora conosciuto;

RITENUTO che la probabile presenza sul territorio di veleni e sostanze tossiche, in particolare sotto forma di esche o bocconi, rappresenta oltre che un fenomeno di allarme sociale, anche un serio rischio per la pubblica incolumità, per gli animali e per l’ambiente;

RITENUTO altresì di dover impedire, nelle more dell’esito delle analisi di cui sopra, la prosecuzione di tale fenomeno e porre rimedio a situazioni che interferiscono negativamente sulla serena convivenza della cittadinanza creando allarme soprattutto fra le persone proprietarie di animali;

ATTESO che è doveroso intervenire con strumenti autoritativi a salvaguardia degli interessi sia individuali che collettivi in maniera tale da contemperare il diritto della cittadinanza a vedere tutelata la salute e la sicurezza urbana, assicurata, anche e soprattutto, dalla serena ed ordinata convivenza fra i componenti della società stessa;

VALUTATO inoltre che, al fine del raggiungimento degli obiettivi sopra esposti, si rende necessaria, fra l’altro, l’adozione di misure sanzionatorie pecuniarie;

Visto il testo unico delle leggi sanitarie approvato con regiodecreto 27 luglio 1934, n. 1256 e successive modificazioni;

VISTO il regolamento di polizia veterinaria approvato con decreto del Presidente della Repubblica 8 febbraio 1954, n. 320;

VISTO l'articolo 32 della legge 23 dicembre 1978, n. 833;

VISTA la legge 11 febbraio 1992, n. 157, recante: "Norme per la protezione della fauna selvatica omeoterma e per il prelievo venatorio", in particolare l'articolo 21, lettera u);

VISTO il decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 194 e successive modificazioni;

VISTO l'articolo 117 del decreto legislativo 31 marzo 1998, n.112;

VISTO il decreto del Presidente della Repubblica 6 ottobre 1998, n. 392;

VISTO il decreto legislativo 25 febbraio 2000, n. 174, recante attuazione della direttiva 98/8/CE in materia di immissione sul mercato di biocidi;

VISTI gli articoli 544-bis, 544-ter, 440, 638, 650 e 674 del codice penale;

VISTA la Legge 125/2008 con cui è concessa ai sindaci facoltà-dovere di intervento in materia, adottando, in qualità di ufficiali di governo, provvedimenti “anche contingibili ed urgenti, nel rispetto dei principi generali dell’ordinamento, al fine di prevenire gravi pericoli che minacciano l’incolumità pubblica e la sicurezza urbana”;

VISTA la Ord. Min. 10.02.2012 con cui si dettano norme sul divieto di utilizzo e di detenzione esche o bocconi avvelenati;

VISTO il vigente Regolamento di Polizia Urbana;

VISTA la Legge 24.11.1981 n. 689, modifiche al sistema penale;

VISTO il decreto del Ministro dell’Interno 5 agosto 2008, emesso in attuazione dell’art.54 del T.U.E.LL.267/2000, nella parte in cui precisa che per incolumità pubblica si intende l’integrità fisica della popolazione e per sicurezza pubblica un bene pubblico da tutelare attraverso attività poste a difesa, nell’ambito delle comunità locali, del rispetto delle norme che regolano la vita civile, per migliorare le condizioni di vivibilità dei centri urbani, la convivenza civile e la coesione sociale;

VISTO il d.l. 23 maggio 2008, n. 92, convertito in legge 24 luglio 2008, n. 125, nella parte in cui contiene modificazioni all’articolo 54 del D.lg. 18 agosto 2000, n. 267.

 

ORDINA

1) I cani, sino al cessato allarme, nelle vie e luoghi pubblici, dovranno essere tenuti al guinzaglio, muniti di museruola che impedisca l’ingestione casuale di bocconi;

2) l’apposizione di cartelli indicanti il divieto di far accedere animali di qualunque specie in tutti i luoghi in cui sono stati rinvenuti bocconi ed esche sospette, sino alla conoscenza dell’esito negativo delle analisi;

3) Il personale comunale, operatori ecologici, addetto alla pulizia delle strade e dei luoghi pubblici dovrà giornalmente ispezionare i luoghi che abitualmente vengono frequentati da

animali;

4) la presente ordinanza deve essere inviata al Sig. Prefetto di Salerno per l’eventuale successiva attivazione del “Tavolo di coordinamento” previsto dall’ordinanza Ministeriale citata nelle premesse;

5) la violazione di cui al punto 1) della presente ordinanza comporta, nei confronti dei soggetti responsabili, l’applicazione di una sanzione pecuniaria da euro 25,00 ad euro 500,00, con facoltà per i responsabili di estinguere l’illecito con il pagamento della sanzione in misura ridotta di Euro 50,00;

 

DEMANDA

Al Comando di Polizia Municipale l’incarico di vigilare sull’applicazione della presente ordinanza.

 

INFORMA

La presente ordinanza è resa pubblica mediante pubblicazione all’Albo Pretorio on-line del Comune e la divulgazione attraverso il sito web istituzionale e gli organi di informazione.

Contro la presente ordinanza, è ammesso, entro 60 giorni dalla pubblicazione all’Albo Pretorio, ricorso avanti al T.A.R. del Molise o, in alternativa, entro 120 giorni, ricorso straordinario al Presidente della Repubblica.

 

DISPONE

che alla presente ordinanza sia data adeguata pubblicità nelle forme e nei termini di legge e mediante invio alle seguenti Autorità e soggetti:

-Comando di Polizia Municipale

-ASL Salerno - U.O. Veterinaria

-Prefettura di Salerno

-Questura di Salerno

-Stazione Carabinieri di Polla

-Comando Corpo Forestale Stazione di Polla

-Polizia Provinciale Salerno.

                                                                                  Il Sindaco

                                                                                  Dr. Antonio COIRO

Pubblicato il 03-04-2015, letto 1465 volte



Pubblicazioni Concorsi Bandi di Gara Bilanci Servizi di egovernment attivi Servizi di egovernment di futura attivazione Note Legali Elenco siti tematici Come fare per Posta Elettronica Certificata Trasparenza valutazione e merito