Avvisi


BANDO DI CONCORSO -Legge 9 dicembre 1998, n. 431 -art. 11 – Fondo Nazionale per il sostegno all'accesso alle abitazioni in locazione



COMUNE DI SANT’ARSENIO

Provincia di Salerno

 

 Piazza D. Pica, 1        

Tel  0975 398033 Fax 0975 398214

Prot. n. 6561 del 02/12/14

BANDO DI CONCORSO
-Legge 9 dicembre 1998, n. 431 -art. 11
Fondo Nazionale per il sostegno all'accesso alle abitazioni in locazione

Scadenza 30/12/2014

E' indetto un bando di concorso per la concessione dei contributi integrativi ai canoni di locazione per l’anno 2014 in favore dei cittadini residenti che siano titolari di contratti ad uso abitativo, regolarmente registrati, di immobili ubicati sul territorio comunale e che non siano di edilizia residenziale pubblica.

 

1). RISERVE

Una aliquota, non superiore al 10% della somma attribuita dalla Regione, potrà essere utilizzata per la concessione di contributi alla locazione a famiglie che si trovino in particolari situazioni di emergenza o di disagio abitativo nonché dei nuclei familiari che siano stati oggetto di analoghi provvedimenti regionali, purché siano in possesso dei requisiti di cui al successivo punto 3 lett.A) e nei limiti di cui al successivo punto 4 e 5, che dimostrino di aver stipulato e registrato un nuovo contratto di locazione, ai sensi della 9 dicembre 1998, n.431. (ai fini della collocazione nelle fasce reddituali e della determinazione del relativo contributo, si fa riferimento alla situazione reddituale risultante nell’anno precedente alla stipula del nuovo contratto di locazione. Nel caso di nuclei familiari privi di reddito, si procede in modo analogo a quanto previsto dal presente Bando). Ai concorrenti che, unitamente ai componenti del proprio nucleo familiare, risultino essere senza fonte di reddito è destinata una aliquota non superiore al 25% della risorsa regionale assegnata per l’annualità 2014.  Ai concorrenti in possesso del requisito di cui alla lettera a), punto 4 del Bando, è riservato il 25% della risorsa assegnata, con priorità nell’assegnazione dei contributi ai nuclei familiari percettori di soli redditi derivante da pensione, che vivano soli o in coppia e che abbiano superato il 65° anno di età. Le eventuali risorse residue che si dovessero verificare sulle suindicate riserve saranno destinate in parti uguali ai concorrenti collocati nelle fasce b) e c).

 

2) CONDIZIONI

Per beneficiare del contributo devono ricorrere le seguenti condizioni, pena la non ammissione al concorso:
A) avere, unitamente al proprio nucleo familiare, i requisiti previsti dall'art. 2,
lettere a, b, c, d, e ed f, della legge Regione Campania 2 luglio 1997, n.  18,
per l'accesso all'edilizia residenziale pubblica (in caso di trasferimento in altro
Comune, il requisito della residenza va posseduto con riferimento al periodo
coperto dal contributo);
B) essere titolare, per l'anno 2014, di un contratto di locazione per uso
abitativo, regolarmente registrato, relativo ad un immobile non di edilizia
residenziale pubblica.

 

3) REQUISITI

Per beneficiare del contributo, ad esclusione dei partecipanti senza fonte di
reddito, deve inoltre sussistere almeno uno dei seguenti requisiti:
a) avere un reddito annuo imponibile del nucleo familiare, per l'anno 2013,
non superiore a €. 12.881,18, rispetto al quale l'incidenza del canone di
locazione 2014 risulti non inferiore al 14%;
b) avere un reddito annuo imponibile del nucleo familiare, per l'anno 2013,
non superiore a € 18.000,00 rispetto al quale l'incidenza del canone di
locazione 2014 risulti non inferiore al 24%.

c) possono altresì beneficiare del contributo, gli stranieri in possesso dei seguenti requisiti:

d) - Titolari di carta di soggiorno o permesso di soggiorno almeno biennale ed esercitanti una regolare attività di lavoro subordinato o di lavoro autonomo (Artt. 5, 9 e 40 D.lgs. 289/98 così come modificati dalla L. 189/2002 e smi);

e) -  Allegare certificato storico per residenza da almeno dieci anni nel territorio nazionale ovvero da almeno cinque anni nella Regione Campania (L.133/2008).

 

4) DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO

Il contributo sarà determinato, a seconda dei requisiti indicati al punto 4 e sino ad esaurimento delle risorse, come segue:

a) per i concorrenti in possesso del requisito di cui alla lettera a), l'incidenza del canone sul reddito va ricondotta fino al 14% ed il contributo da assegnare non potrà essere superiore a €. 2.000,00;

b) per i concorrenti in possesso del requisito di cui alla lettera b), l'incidenza del canone sul reddito va ricondotta fino al 24% ed il contributo da assegnare non potrà essere superiore a €. 1.800,00.

Per i partecipanti alla riserva di cui al punto 2, secondo capoverso, del presente bando, il contributo è determinato unitariamente nella misura massima di € 2.000,00.

Nel calcolo dell'incidenza del canone sul reddito, da questo vanno sottratti € 516,46, per ogni familiare, a partire dal terzo componente costituente il nucleo familiare del richiedente. Per le famiglie che includono ultrasessantacinquenni e/o disabili, per le famiglie monoparentali o costituite da giovani coppie, nonché per altre analoghe situazioni di particolare debolezza sociale, appositamente certificate dall'Amministrazione comunale, il contributo da assegnare può essere incrementato, entro i limiti sopra fissati per ciascuna fascia, fino ad un massimo del 25%, oppure, in alternativa, i limiti reddituali di accesso al beneficio indicati alle lettere a) e b)  possono essere innalzati fino ad un massimo del 25%. Il contributo non può superare, in ogni caso, l’importo del canone annuo corrisposto.

 

 

 

 

5) SELEZIONE DEI BENEFICIARI E PRIORITA’

Nell'assegnazione dei contributi va data priorità ai partecipanti nei confronti dei quali risulti emesso provvedimento di rilascio dell'abitazione e che abbiano proceduto a stipulare un nuovo contratto di locazione ad uso abitativo con le modalità previste dalla legge 9 dicembre 1998, n.431. E’ data, altresì, priorità ai nuclei familiari percettori di soli redditi derivante da pensione, che vivano soli o in coppia, abbiano superato il 65° anno di età e che siano in possesso del requisito di cui alla lettera a), punto 4 del Bando. La selezione dei beneficiari avverrà mediante la formulazione di una graduatoria (distinta per riserve o unica comprendente le stesse) in funzione del reddito "disponibile pro-capite", risultante dalla differenza tra il reddito fiscalmente imponibile del nucleo familiare, per l'anno 2013 e l'ammontare del canone locativo corrisposto, per l'anno 2014, diviso il numero dei componenti il nucleo familiare:

reddito imponibile fiscale 2013 – canone corrisposto 2014  = reddito disponibile pro-capite 

numero componenti il nucleo familiare                          

 

A parità di reddito disponibile pro-capite, sarà data priorità ai concorrenti in base alle seguenti condizioni e secondo l’ordine di elencazione delle stesse: numero dei componenti il nucleo familiare, presenza di componenti ultrasessantacinquenni, presenza di uno o più componenti invalidi con percentuale superiore ai 2/3; permanendo la parità, si procederà a sorteggio. (Qualora il valore del reddito disponibile pro-capite risulti essere negativo o pari a zero, la posizione in graduatoria sarà determinata procedendo in maniera analoga). All’esame delle istanze ed alla predisposizione della graduatoria provvederà una commissione tecnica costituita con provvedimento della Giunta Comunale.

 

6) MODALITA' DI PARTECIPAZIONE

Le domande di partecipazione degli aspiranti beneficiari devono essere presentate utilizzando l’apposito modulo predisposto dal Comune; devono essere debitamente compilate e sottoscritte, allegando la fotocopia fronte retro di un documento di riconoscimento valido del richiedente; devono poi essere spedite, insieme alla documentazione di cui al successivo 8), a mezzo di raccomandata AR, entro 30 giorni dalla data di pubblicazione del presente bando, pena l'esclusione. Per la sottoscrizione delle domande di partecipazione i concorrenti potranno avvalersi delle disposizioni previste dal D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445. I requisiti dei concorrenti per la partecipazione al concorso devono essere posseduti alla data di scadenza del presente bando.

7) DOCUMENTAZIONE

Alla domanda di partecipazione deve essere allegata la dichiarazione sostitutiva unica, resa e sottoscritta dal concorrente, ai sensi del decreto legislativo 31 marzo 1998, n.109 e successive modifiche ed integrazioni, debitamente compilata in ogni sua parte, per la verifica della situazione economica e patrimoniale del nucleo familiare.

La domanda deve inoltre contenere, a pena di esclusione dal presente bando:

-dichiarazione resa dal concorrente, ai sensi del D.P.R. 445/2000, per il possesso, unitamente al proprio nucleo familiare, dei requisiti previsti dall'art. 2 , lettere a, b, c, d, e ed f della legge regionale 2 luglio 1997, n.18;

-dichiarazione resa dal concorrente, ai sensi del D.P.R. 445/2000, con l'indicazione del reddito fiscalmente imponibile del nucleo familiare, relativo al 2013, dell'importo del canone corrisposto per l'anno 2013, della data di decorrenza del contratto di locazione, del periodo della locazione nonché degli estremi della registrazione.

I concorrenti, che nella domanda di partecipazione non hanno indicato alcun reddito per l’anno 2013, devono rendere apposita dichiarazione di responsabilità, per se e per tutti i componenti del proprio nucleo familiare, di non aver percepito redditi di qualsiasi natura soggetti ad imposizione fiscale.

I partecipanti che intendono ottenere la priorità di cui al primo periodo del punto 6) del presente bando (sfrattati), dovranno allegare copia del provvedimento di rilascio e dichiarare, ai sensi del D.P.R. 445/2000, che a seguito dello sfratto hanno stipulato un nuovo contratto di locazione ad uso abitativo, con le modalità stabilite dalla legge 431/98.

L'Amministrazione provvederà ad effettuare idonei controlli sulle dichiarazioni rese dai concorrenti, a partire da coloro che hanno dichiarato assenza di redditi

o redditi inferiori ai canoni corrisposti, disponendo, nei casi accertati di falsa dichiarazione, la decadenza dal beneficio e la denuncia all'Autorità Giudiziaria.

Tutta la modulistica necessaria per la presentazione della domanda di contributo è a disposizione degli interessati presso l’ Ufficio Servizi Sociali di questo Comune, che fornirà ogni informazione utile per i fini di cui sopra.

 

N.B. La presentazione della domanda non da diritto automaticamente al contributo che potrà non essere erogato nel caso in cui lo Stato, e di conseguenza la Regione, non rifinanzino l’intervento .

 

 

Sant’Arsenio, lì _02/12/2014_

 

 

Il Responsabile del procedimento                                Il Responsabile di Area

F.to  Giovanna Raddi
Pubblicato il 04-12-2014, letto 1543 volte



Pubblicazioni Concorsi Bandi di Gara Bilanci Servizi di egovernment attivi Servizi di egovernment di futura attivazione Note Legali Elenco siti tematici Come fare per Posta Elettronica Certificata Trasparenza valutazione e merito