Avvisi


Imposta Unica Comunale - Tributi comunali si cambia


IL COMUNE INFORMA 



Tributi comunali si cambia: come si sa la legge di Stabilità ha istituito l’Imposta Unica Comunale (IUC), suddivisa nelle tre componenti (IMU,Imposta Municipale Unica), TARI (Tassa rifiuti, ex Tares) finalizzata alla copertura dei costi inerenti al servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti e TASI (Tributo servizi indivisibili), destinata a finanziare i costi per i servizi che il Comune eroga a favore della collettività quali l’illuminazione pubblica, i servizi cimiteriali, i servizi demografici, la vigilanza e la sicurezza.

Sono tenuti al pagamento dell’IMU i possessori di immobili (ad esclusione delle abitazioni principali non di pregio); al versamento della TARI gli utilizzatori/detentori di immobili e a quello della TASI (prorogata a ottobre)  entrambe le categorie, sia i possessori sia gli utilizzatori/detentori  di immobili (quali ad esempio gli inquilini), ivi compresa l’abitazione principale. Resta un mistero, poi, come si devono comportare i proprietari di abitazioni date in affitto: gli inquilini devono pagare una quota che oscilla dal 10 al 30% della Tasi, e che deve essere scelta dal Comune. Un parametro standard non c'è, ed è quindi impossibile "indovinare" che cosa dovranno pagare gli inquilini nei Comuni che decideranno dopo maggio. Per quanto riguarda le scadenze dei versamenti, l’acconto di IMU e TASI (prorogata a ottobre) (aliquote Imu applicate nell'anno 2013 più 1 per mille standard della Tasi - prima rata pari al 50% dell’importo annuo) andrà versato entro lunedì 16 giugno 2014, mentre il saldo (seconda rata pari al restante 50% dell’importo annuo) entro martedì 16 dicembre 2014. I tributi dovranno essere versati tramite Modello F24 o bollettino postale intestato all’Agenzia delle Entrate.
Per la TARI (ex TARSU/TARES), invece, verrà inviato ai contribuenti un avviso di pagamento con l’indicazione delle scadenze e delle modalità di versamento delle rate.

Quanto al  calcolo degli importi, per IMU e TASI (prorogata a ottobre) , invece, i cittadini potranno rivolgersi ad un Centro di Assistenza Fiscale (CAF) o a un professionista. Per la TARI, come già accennato, quanto dovuto dai contribuenti sarà contenuto sull’avviso di pagamento che verrà loro inviato dal Comune con l’indicazione dell’ammontare delle rate.

Inoltre, sul nostro sito Internet è già a disposizione dei cittadini, un calcolatore on-line dell’IMU e della TASI. Inserendo i dati dei propri immobili, sarà possibile calcolare l’importo da versare e stampare il relativo Modello F24.

 

Sant’Arsenio lì 12 giugno 2014                            Il Responsabile dell’Area Economico Finanziaria

                                                                                                                     Maria Emanuela ARMAGNO

ESEGUI IL CALCOLO

ATTENZIONE:

Il Comune di Sant'Arsenio non è responsabile di errori dovuti all'inserimento di dati non esatti o ad una errata interpretazione dello schema di calcolo. Pertanto, si invitano i contribuenti a prestare particolare attenzione nell'inserimento dei dati richiesti. 


Pubblicato il 13-05-2014, letto 1994 volte



Pubblicazioni Concorsi Bandi di Gara Bilanci Servizi di egovernment attivi Servizi di egovernment di futura attivazione Note Legali Elenco siti tematici Come fare per Posta Elettronica Certificata Trasparenza valutazione e merito